Torino: Nicoletta Braschi a teatro

nicoletta_braschi

Lei, moglie del bravissimo Roberto Benigni si è spesso defilata da interviste e mondanità: Nicoletta Braschi è la grande donna che sta dietro e al fianco di un grandissimo uomo.
Questa volta però l’attenzione è puntata su di lei, per il debutto di “Tradimenti” testo di Harold Pinter da lei interpretato nel ruolo chiave di Emma organizzato dalla Fondazione Teatro Stabile di Torino e messo in scena al teatro Carignano. Roberto si limita a sedersi in platea, silenzioso e teso, forse come non mai in vita sua.

La regia è di Andrea Renzi, in scena anche Enrico Ianniello, Tony Laudadio e Nicola Marchitiello. Il testo è stato scritto nel 1978, ma tratta di argomenti troppo attuali per essere dimenticato: si inizia con due ex amanti che, dopo anni dalla fine della loro storia, si incontrano di nuovo. Le scene complessive sono nove e raccontano la storia dei due sin dagli inizi, quando la relazione tra Emma, sposata con Robert, e Jerry, miglior amico di lui, ebbe inizio.

“Vengo dal teatro e torno ora dopo trent’anni passati di film in film. Una scelta fatta di felicità”, ha commentato Nicoletta, che poi ha voluto esprimere una sua considerazione in merito al testo, “Pinter stesso non si pone problemi morali. Mette in gioco quelle tre persone e basta; che si tradiscono, che si fraintendono. Perché mi dovrei porre come Nicoletta? Qui mi riguarda solo Emma”.
Lei, donna terribilmente sensibile, che si dice non interessata né alla regia né alla scrittura, con tutta lo modestia che la contraddistingue da sempre, racconta il suo sogno: “Mi piacerebbe interpretare Nora di ‘Casa di bambole’ di Ibsen, perché riesce a conquistare se stessa con coraggio”.

Alessandra Battistini

Notizie Correlate

Commenta