Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica A Roma domani il corteo degli ultras.

A Roma domani il corteo degli ultras.

22052009260

Dopo l’assemblea del 5 settembra scorso a Roma, che vide la partecipazione di alcune centinaia di gruppi ultras provenienti da tutta Italia, per discutere le forme di protesta da attuare contro l’introduzione della “tessera del tifoso“, fortemente voluta dal ministro Maroni, si terrà domani 14 novembre, sempre a Roma con partenza alle ore 10.00 da Piazza Esquilino, una manifestazione nazionale unitaria che coinvolge numerosissimi gruppi ultras.

Gli ultras esprimeranno così la loro ferma avversione alla tessera del tifoso e, in particolar modo, all’articolo 9 della legge 41 che prevede il divieto di accesso negli stadi a tutti i soggetti che siano stati condannati per reati legati al mondo dello sport e degli stadi. Un articolo con valore retroattivo che, quindi, impedirebbe a tutti gli ultras condannati in passato a Daspo o simili provvedimenti, anche qualora abbiano scontato la pena prevista, di poter rientrare negli stadi.
Un elemento della legge che è stato tacciato, non solo dal mondo ultras, di incostituzionalità.

L’appuntamento di sabato cade, inoltre, ad appena tre giorni dal secondo anniversario della morte di Gabriele Sandri, l’ultras biancoceleste ucciso con un colpo di pistola l’11 novembre 2007 dall’agente di polizia Luigi Spaccarotella all’autogrill di Arezzo.
Un omicidio che, per molti, rimane “impunito”, visto che l’agente è stato condannato ad una pena di soli 6 anni, per un sentenza che parla di omicidio colposo.

Molte curve, inoltre, negli ultimi giorni hanno chiesto a gran voce verità e giustizia anche per Stefano Cucchi il ragazzo ucciso, non si sa ancora se da agenti di polizia penitenziaria, carabinieri o medici, dopo essere stato fermato con pochi grammi di marijuana addosso.

In ogni modo gli organizzatori (alcune locandine sono reperibili sul forum degli ultras: www.vivereultras.forumcommunity.net ) garantiscono che la manifestazione sarà assolutamente priva di qualsiasi riferimento politico e, soprattutto, determinata ma pacifica.

Il corteo sarà aperto da un grande striscione con scritto “se i ragazzi sono uniti…non saranno mai sconfitti!“.
La manifestazione si concluderà a Piazza Bocca della Verità, nei pressi del Circo Massimo.

Mattia Nesti.