Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Anche Casini parla del processo breve

Anche Casini parla del processo breve

“Questo ddl per abbreviare i processi è realmente una porcheria, un provvedimento che dimentica le vittime, sfascia l’ordinamento e abroga la giustizia”.
Pier Ferdinando Casini boccia il disegno di legge presentato da Lega e Pdl al Senato per accorciare i tempi dei processi; invece rilancia il ddl Alfano chiedendo che venga approvato con legge costituzionale.

“Un mio amico presidente emerito della Consulta l’ha definito un mostro giuridico, incongruente e incostituzionale. E’ un’altra toppa che durerà fino al prossimo pronunciamento della Consulta. Noi non possiamo che dare un voto negativo”.
“Noi che abbiamo sempre chiesto il dialogo sulla giustizia abbiamo il dovere di trovare una strada per uscire da questa diatriba tra Berlusconi e i giudici e per parlare di riforma della giustizia in termini seri e non in modo palesemente provocatorio”.

Secondo Casini la soluzione puo’ essere il lodo Alfano: “Ci vuole una intesa tra maggioranza e opposizione, i tempi sarebbero un po’ più lunghi ma, del resto, io ho sempre detto che Berlusconi non sarà mai liquidato sul piano giudiziario e che una sua eventuale condanna in primo grado non puo’ coincidere con una sua uscita di scena. In questo modo, Berlusconi dimostrerebbe di evitare scelte dissennate. Noi preferiamo il lodo Alfano, ma se qualcuno la propone sara’ comunque meglio rispetto allo sfascio, allo ‘scasso’, del sistema giudiziario”.

Alessandra Battistini