Antiterrorismo: varo a Parigi di un comitato europeo di coordinamento

Il fisico franco-algerino Adlène Hicheur, 32 anni, è accusato di aver progettato un attentato contro l’esercito francese, l’obiettivo sarebbe stato il 27° Battaglione Alpini di Annecy (Alta Savoia), dal quale sono partite tre spedizioni per l’Afghanistan alla fine del 2008. “Il bersaglio era stato scelto, bisognava intervenire”, sostiene Frédéric Péchenard, direttore generale della polizia nazionale francese.

parigi

Il fisico franco-algerino Adlène Hicheur, 32 anni, è accusato  di aver progettato un attentato contro l’esercito francese, l’obiettivo sarebbe stato  il 27° Battaglione Alpini di Annecy (Alta Savoia), dal quale sono partite tre spedizioni per l’Afghanistan alla fine del 2008. “Il bersaglio era stato scelto, bisognava intervenire”, sostiene Frédéric Péchenard, direttore generale della polizia nazionale francese.

Interrogato all’inizio di ottobre, Adlène Hicheur, ricercatore presso il Centro Europeo per la Ricerca Nucleare (CERN), è indagato per  “associazione a delinquere in relazione a un’organizzazione terroristica” e da allora è sotto detenzione provvisoria. Nello specifico Hicheur è sospettato di aver utilizzato Internet per esporre i propri piani terroristici ad Al-Qaida.

Di Hicheur si è parlato anche in occasione della riunione eccezionale, svoltasi a Parigi venerdì 13 novembre, alla presenza dei rappresentanti di tredici centri di coordinamento per la lotta contro il terrorismo. Nel corso di questo seminario i paesi europei partecipanti sono convenuti sulla necessità di fondare il Comitato di Coordinamento dei Centri Antiterroristici (CCCAT).

Il neonato CCCAT, posto sotto presidenza spagnola per sei mesi a partire da gennaio 2010, sarà incaricato di seguire lo stato di minaccia terroristica. La Francia, uno dei paesi fondatori del Comitato, auspica che la nuova struttura contribuisca a migliorare il proprio dispositivo di allerta. “Questa struttura, rapida e non burocratica, favorirà i rapporti con i paesi confinanti o sensibili, e consentirà di avere una visione globale”, questa la riflessione di Loïc Garnier, capo dell’Unità di Coordinamento della Lotta all’Antiterrorismo (UCLAT) francese.

Sabrina El Naggar

Notizie Correlate

Commenta