Home Sport Spareggi Mondiali, Irlanda-Francia 0-1 (Cronaca della partita)

Spareggi Mondiali, Irlanda-Francia 0-1 (Cronaca della partita)

new 141109DM0005

Pesante vittoria della Francia di Domenech a Dublino, dove in occasione dello spareggio valido per la qualificazione ai Mondiali di Sudafrica 2010 i transalpini hanno sconfitto per 1-0 l’Irlanda di Giovanni Trapattoni, un risultato che facilita il compito dei Francesi in vista del ritorno in programma a Parigi mercoledì prossimo.

Due squadre, quelle scese in campo in un Croke Park esaurito in ogni ordine di posto, schierate in campo in maniera diametralmente opposta. Da un lato i padroni di casa, sicuramente inferiori ai transalpini sotto il punto di vista tattico, schierati da Mister Trapattoni in una formazione tutta muscoli, corsa e cuore mentre la Francia si presenta con i tre fantasisti Anelka, Gourcouff, Henry liberi di agire alle spalle di Gignac, giovane punta del Tolosa. Spicca quindi l’assenza per scelta tecnica di Benzema.

Nonostante i primi minuti siano più che altro di studio si vede subito che i Francesi sono scesi in campo determinati e forti del maggior tasso tencico prendendo presto in mano le briglie del gioco. Tuttavia per i ragazzi allenati da Domenech non è facile penetrare nella difesa irlandese ben impostata da Trapattoni, Gignac si ritrova troppo spesso isolato mentre le coppie laterali Anelka-Sagna e Henry-Evra non riescono a finalizzare le loro progressioni sulle rispettive fasce di gioco, Gourcouff appare abbastanza spento. L’Irlanda, inizalmente troppo arroccata nella propria metà campo comincia a spingere verso l’area avversaria sino a sfiorare il punto del vantaggio, Doyle arrivato a tu per tu con Lloris non riesce però a superare l’estremo difensore in forza al Lione e sulla respinta Lawrence sbaglia un gol praticamente a porta vuota, ma l’arbitro aveva tuttavia interrotto il gioco per un presunto fallo di confusione. Henry prova a rispondere con un tiro da fuori che sfiora il palo della porta irlandese. Per i primi 45′ nulla da fare, tutti a prendere un te’ caldo sullo 0-0.

Il secondo tempo inizia con una sfuriata dei padroni di casa che però non si concretizza in nulla di rilevante, così la Francia esce allo scoperto e comincia a fare la partita dimostrando di voler tornare a casa a tutti i costi con una vittoria. Il problema per i transalpini è quello del primo tempo, scardinare l’arcigna difesa verde, prima tentano Diarra ed Anelka con due belle conclusioni dalla distanza, poi i Blues capiscono che per mandare nel pallone il meticoloso pressing irlandese devono ricorrere al possesso palla. Inizia quindi una fitta rete di passaggi, a volte sin troppo leziosi, che piano piano però riescono a far aprire la linea difensiva casalinga; gli uomini di Trapattoni sono esausti e la partita si trasforma in un vero e proprio assedio da parte della Francia. Prima Evra tenta di sbloccare il punteggio saltando più in alto di tutti ma incappando in un contatto sospetto con Given poi Anelka trova il meritato vantaggio per gli ospiti. E’ il 72′ e da un delizioso palleggio tra Gourcouff e Diarra viene liberato il giocatore del Chelsea il cui tiro appare tutt’altro che irresistible ma per sfortuna dell’Irlanda sulla traiettoria influisce la deviazione di St ledger che spiazza completamente Given, 1-0 Francia!

L’Irlanda ormai è il balia degli avversari, i giocatori in maglia verde risentono visibilmente di un netto calo fisico e per poco non vanno vicini al doppio svantaggio, Gignac sbaglia clamorosamente a porta vuota facendo rimpiangere la scelta di Domenech che lo aveva preferito a Benzema. I Blues abbassano sensibilmente il ritmo nel tentativo, a questo punto, di controllare e portare a casa il risultato. Tattica che rischiano di pagare salatamente, all’88’ Abidal perde palla in maniera abbastanza imbarazzante liberando al limte dell’area Best che passa al centro per Keane, colpo di tacco dell’ex giocatore dell’Inter che smarca Whelan, Croke Park si prepara ad esultare ma “Saint” Lloris fa il miracolo bloccando il tiro a botta sicura dell’irlandese!

E’l’ultima occasione di un partita che termina con la vittoria, meritata, della Francia. Per il Trap mercoledì prossimo  a St.Denis sarà difficilissimo ribaltare il risultato.

Simone Meloni