Ban Ki-moon al vertice Fao: “Oggi moriranno 17mila bambini”

Fame-nel-mondo-A

Una strage silenziosa che fa una vittima ogni 5 secondi. “Oggi -ha detto il segretario generale della Fao, Ban Kin-moon, nel suo intervento al vertice mondiale sulla sicurezza alimentare, in corso a Roma- moriranno 17mila bambini”.

Le parole di Ban Ki-moon, dure come macigni e rivolte al mondo interno, sono state pronunciate in un auditorio dove a colpire è l’assenza delle grandi potenze. Unico leader del G8, Silvio Berlusconi, impegnato, come capo del governo dello stato sede del vertice, a presiedere i lavori del summit.  Ospite d’onore, Papa Benedetto XVI che ha sottolineato la vergogna di un mondo che davanti alla tragedia delle tante persone che muoiono di fame, non nasconde “opulenze e sprechi“.

La prima mattinata del vertice mondiale si è chiusa con l’approvazione di un documento in cinque punti, i cosiddetti “5 Principi di Roma“, che contiene tante promesse e pochi impegni concreti.  A mancare, ancora una volta, sono le risorse finanziare. Se nei giorni scorsi il direttore generale della Fao Jacques Diouf aveva indicato in 44 miliardi di dollari all’anno il capitale necessario per dimezzare entro il 2015 il numero degli affamati, nel documento approvato non è presente nessuna cifra. Un’incongruenza denunciata dal sindaco di Roma Gianni Alemanno che ha affermato: “Manca una chiara indicazione dell’impegno finanziario. Una mancanza a cui si deve porre rimedio”.

Annastella Palasciano

Notizie Correlate

Commenta