Fini: “La maggioranza non cambi le regole da sola”

fini

Intervenendo al Consiglio Comunale di Prato, all’interno di una seduta straordinaria in occasione del 720° anniversario della realizzazione della sala consiliare, il Presidente della Camera Gianfranco Fini ha rivolto quello che sembra essere a tutti gli effetti un monito nei confronti del suo partito, il Popolo delle Libertà, e delle recenti decisioni del Governo.

Secondo Fini “la maggioranza, anche se al governo, non può riscrivere a suo piacimento le regole” e il principio della democrazia dell’alternanza non deve tradursi nel tentativo da parte della maggioranza in carica “di modificare a proprio piacimento le regole del vivere civile, regole che devono impegnare tutti gli italiani; la loro riscrittura deve essere il più possibile condivisa, perché le regole riguardano tutti”.

A proposito del dibattito sulle riforme costituzionali, l’ex leader di Alleanza Nazionale parla chiaro: “E’ la stessa Costituzione ad indicare con chiarezza le modalità attraverso le quali è possibile modificarla. E’ possibile farlo avvalendosi di maggioranze ordinarie, ma in quel caso si è sottoposti all’assenso del soggetto che in una democrazia è sovrano: il corpo elettorale”.

Daniele Ciprari

Notizie Correlate

Commenta