Alla vigilia della Conferenza sul Clima, ecco il punto sulle emissioni gassose

Gas serra in Sicilia

Gas serra in Sicilia

Gran Bretagna, Australia, Stati Uniti, Francia, Brasile, Norvegia e Olanda, sette Paesi all’opera grazie al paziente lavoro di 31 scienziati, che sulla rivista Nature Geoscience hanno pubblicato le conclusioni dei loro studi sulle emissioni di gas serra, nell’occhio del mirino ora che manca solo un mese alla Conferenza Internazionale sul Clima.

I nocivi e pericolosissimi cambiamenti climatici degli ultimi anni sarebbero da ricondurre principalmente alle emissioni di CO2 nell’ambiente. L’anidride carbonica naturale del terreno e dei mari dovrebbe, per la salute del globo terrestre, essere in equilibrio con la quantità di gas serra, prodotto artificialmente dalle attività umane. Attualmente, invece, quest’ultimo gas eccede in misura pericolosamente grave nella proporzione.

I Paesi in via di sviluppo, oggi, sono quelli a maggior fattore di inquinamento da gas serra, che nei  Paesi industrializzati sembra invece esser prodotto in misura molto minore. In particolare, Cina ed India sono le nazioni meno “allineate”, poiché secondo i dati avrebbero raddoppiato le emissioni artificiali dal 1959.

Staremo a vedere in che misura la Conferenza Internazionale sul Clima, su cui vertono ora tutte le generali speranze ambientali, riuscirà ad appianare le controversie politiche ed economiche sull’argomento, nell’intento di arrivare a qualche via ragionevole di soluzione.

Sandra Korshenrich

Notizie Correlate

Commenta