Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Veltroni: no alla libera messa in vendita dei beni della mafia

CONDIVIDI

VeltroniE’ polemica sulle risoluzioni da pochi gironi prese in materia di Finanziaria. I beni confiscati alla mafia, in particolare, secondo Walter Veltroni non dovrebbero essere venduti da parte dello stato per creare fondi liquidi. Questo darebbe ai mafiosi la possibilità di ricomperarli attraverso dei prestanome, e rimanere così integrati nella loro identità, spesso identificata anche nelle residenze e nelle proprietà di famiglia.

L’emendamento votato dalla maggioranza sarebbe inoltre, secondo l’ex segretario del Pd,  in netta contraddizione con la legge Torre. Le proprietà sottratte a mafiosi dovrebbero invece essere destinate a fini sociali, venendo assegnate ad associazioni ed istituzioni territoriali.

“Colpire le cosche nel loro patrimonio è una delle condizioni necessarie della lotta alla mafia”, conclude Veltroni .

Sandra Korshenrich