Dopo 26 anni la Orlandi può avere giustizia?

8fd2d66341ac03033a96e400745de753

Ieri sera la prima vera svolta nel caso Orlandi. Sembra, infatti, che Sabrina Minardi, ex compagna del “Renatino” della banda della magliana, abbia confermato la sua deposizione dello scorso anno. Ora l’omicida della Orlandi, perché secondo la ricostruzione della testimone la ragazza sarebbe morta, ha un nome e un volto veri. “Mario” il telefonista, nonché pregiudicato riconducibile alla banda della magliana, sarebbe l’esecutore dell’omicidio di Emanuela. Strano che dopo 26 anni alcuni particolari siano così vividi, quando per tutto questo tempo nessuno aveva mai parlato riguardo a questa tragica storia che è diventata quasi un lutto nazionale. Per il momento le imputazioni a carico di “Mario” saranno quelle di omicidio pluriaggravato e di sequestro a scopo di estorsione. Ci dobbiamo aspettare altre svolte, magari tra venti anni? Oppure chi sa si deciderà a parlare una volta per tutte, dando giusta dignità a una ragazza innocente scomparsa da Roma nel 1983, gettando nella disperazione la famiglia e nell’indignazione l’Italia intera?

D’Ascani Federica

Notizie Correlate

Commenta