Estradizione Battisti: deciderà Lula

battisti01g

Nonostante i titoli trionfali dei quotidiani di oggi, e le dichiarazione in pompa magna di molti esponenti del Governo che leggono una vittoria delle istituzioni italiani nella decisione, presa ieri dal Tribunale Supremo del Brasile, di estradare Battisti, tutto rimane ancora in bilico.

I nove giudici infatti, dopo aver deciso a favore dell’estradizione con 5 voti a favore contro 4, hanno anche stabilito, con 6 voti contro 3, che dovrà essere il Presidente Lula a scegliere definitivamente il futuro di Battisti.

La scelta dell’estradizione è stata giustificata, dal Tribunale, sostenendo che i delitti per cui Battisti è stato condannato in Italia sono delitti “comuni” e non, come sostiene la difesa, “politici”.

Mentre in Brasile si susseguono iniziative di solidarietà a favore della liberazione dell’ex-militante dei PAC, in cui sono stati coinvolti anche alcuni parlamentari.
Battisti prosegue, come hanno fatto sapere gli avvocati difensori, nel suo sciopero della fame poiché ritiene che per lui il “ritorno in Italia equivalga ad una condanna a morte”.

A breve sarà comunque resa pubblica la decisione finale di Lula, da sempre contrario all’estradizione ma che ha ricevuto forti pressioni, soprattutto in occasione dell’ultimo incontro avuto due giorni fa a Roma con il premier Berlusconi, in occasione del vertice FAO.
Rimane, come ha fatto sapere, fervente sostenitore della liberazione di Battisti il ministro della giustizia Tarso Genro.

Mattia Nesti

Notizie Correlate

Commenta