Home Cultura Fine del mondo? Nostradamus smentisce i Maya

Fine del mondo? Nostradamus smentisce i Maya

world-end-in-2012-2

Chi, anche solo distrattamente o senza badarci troppo, non ha mai sentito parlare della fantomatica profezia Maya che stabilisce la data del 21 dicembre 2012 come conclusione di uno dei cicli del loro calendario? Nonostante l’intera comunità scientifica – compresi molti studiosi dell’antica cultura centroamericana – diano interpretazioni valide a proposito di tale scadenza, è ormai comunemente passata l’idea che quella data coinciderà con qualche imprecisato e imprecisabile evento catastrofico. Insomma, la fine del mondo.

A smentire le tesi apocalittiche non intervengono più soltanto gli scienziati, ci pensano anche gli stessi ambienti New Age. In una intervista rilasciata all’agenzia Adnkronos, Ferruccio Boscolo – uno dei maggiori esperti delle profezie di Nostradamus – dichiara che la propaganda catastrofista si rivelerà, come è finora sempre accaduto in altre circostanze, una bolla di sapone.

Esponendo il risultato delle analisi su delle citazioni di Nostradamus riguardanti la data coincidente al nostro 21 dicembre 2012, Boscolo fa notare come le parole del profeta francese si riferiscano a dei fenomeni di natura astronomica: “E’ indicato il sole al 21 dicembre. Qualunque cosa avverrà quel giorno sarà legata al sole, forse un fenomeno astronomico come potrebbe essere un’eclissi, dopo il quale il mondo dovrà ritornare al sole. Ci auguriamo che il mondo apra gli occhi su una nuova realtà. Quando ci sono i segni nel sole, non vanno mai presi sottogamba”.

Cataclismi, distruzioni di massa, invasioni aliene, oscuramenti del sole, documentari e film fantascientifici… Finora se ne sono sentite delle belle, e l’impressione è che da qui ai prossimi anni la suggestione che questa data ormai esercita nell’immaginario collettivo non si andrà esaurendo.

Daniele Ciprari

Comments are closed.