Immuni al Virus dell’AIDS, speranze per un vaccino.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:09

HIVPiù di dieci milioni di persone negli USA sono morte per AIDS e più di un milione è infetta da HIV.

Una piccola parte delle persone infette, circa 50.000 americani, non mostra alcun sintomo anche dopo lunghi periodi di tempo.

I ricercatori stanno tentando di capire perché il sistema immunitario di alcuni pazienti sia in grado di tenere a bada il virus.

Se non si cura, un malato di AIDS dopo dieci anni di infezione da HIV può avere anche centinaia di migliaia di copie del virus per millimetro cubo di sangue. Più di tre quarti degli anticorpi CD4 sono distrutti.
Alcune persone hanno, dopo dieci anni, solo 50-2000 copie del virus per millimetro cubo, mente i CD4 possono essere stabili, oppure calati anche drasticamente.

Alcuni pazienti, però, mantengono un bassissimo livello di infezione, con meno di 50 copie del virus per millimetro cubo e nessuna riduzione degli anticorpi CD4.

Un team di ricercatori che lavorano per l’Howard Hughes Medical Institute sta analizzando i controller dell’HIV per capire il perché in alcuni pazienti lo stesso virus sia così blando, rispetto alla media normale.

Uno dei primi risultati che si evincono dagli studi è che la resistenza al virus HIV non ha un’unica base genetica.

La speranza è che la comprensione di quali siano i meccanismi alla base della resistenza di taluni pazienti possa portare ad un vaccino contro il virus HIV.

Sebastiano Destri

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!