Approvato il disegno di legge Calderoli

Calderoli1

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge Calderoli, di riforma degli organi e delle funzioni degli enti locali, di semplificazione e razionalizzazione dell’ordinamento e la Carta delle autonomie locali. Il disegno di legge prevede 50.000 posti in meno nelle amministrazioni locali, tra consiglieri comunali e provinciali.

Grande soddisfazione ha espresso il ministro per la semplificazione legislativa. “Questa riforma era attesa da almeno tre legislature -ha detto Calderoli- ovvero dal varo della modifica del Titolo V. Con il cosiddetto Codice delle Autonomie, infatti, andiamo finalmente a definire le funzioni delle Autonomie locali, stabilendo chi fa che cosa, e ad eliminare migliaia di enti dannosi, con consistenti risparmi di spese per la macchina pubblica e un complessivo snellimento delle strutture amministrative”.

In conformità a quanto previsto dall’Articolo V della Costituzione e dal federalismo fiscale, il Ddl stabilisce dettagliatamente  le funzioni fondamentali di Comuni, Province e Città metropolitane, eliminando gli sprechi e consentendo un risparmio notevole alle casse statali.

Annastella Palasciano


 

 


Notizie Correlate

Commenta