Napolitano: “Problemi in Parlamento, ma qualcosa si sta muovendo”

napolitano

Da Smirne, città dello stretto turco, nella quale si trova in visita ufficiale, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano si esprime su quello che è lo scenario politico attuale e traccia una sorta di bilancio di questi suoi primi tre anni e mezzo di presidenza. Il capo di stato non nasconde una certa preoccupazione per il funzionamento della nostra repubblica parlamentare, certo non priva di falle: “E’ chiaro che oggi ci sono in Parlamento grosse difficolta; io rispetto l’autonomia del Parlamento e le difficolta’ che incontrano i presidenti delle assemblee per farle funzionare e per rendere il lavoro piu’ efficace e spedito, oggi ci sono delle difficolta”, queste le parole di Napolitano.
Dalla città turca il presidente parla anche delle riforme: “E’ necessario tener fermo il traguardo della democrazia dell’alternanza che si basi sul reciproco riconoscimento tra forze e schieramenti, sulla condivisione dei valori fondanti della Costituzione che nessuno mette in dubbio: ma sembra che qualcosa si stia muovendo riguardo ciò”.
Spese parole anche sul caso Battisti, a cui la Corte costituzionale del Brasile ha rifiutato di concedere lo status di rifugiato: via libera all’estradizione dunque, “una decisione importante: un’altra decisione sarebbe stata veramente un colpo duro, una palese ingiustizia per i familiari delle vittime degli omicidi e degli atti di terrore compiuti dal signor Battisti”.

Giorgio Piccitto

Notizie Correlate

Commenta