Processo breve, torna la calma nel Pdl

berlusconi13g

Siamo in periodo di campagna elettorale delle regionali, e un po’ per necessità, il Pdl ha deciso di indossare una maschera di tranquillità, soprattutto perchè pare che a trarre vantaggio dalle liti interne al Pdl sia soprattutto la Lega che nei sondaggi continua a crescere.
Ovviamente la notizia non rende felice Gianfranco Fini; intanto Silvio Berlusconi intende portare avanti un provvedimento con l’esclusione del reato di immigrazione clandestina dal processo breve.

Intanto verrà avviata la grande riforma della giustizia che il ministro Alfano intende presto incardinare in Parlamento e con il Lodo Alfano per via costituzionale. Anche Berlusconi è d’accordo su questa ipotesi proposta da Pier Ferdinando Casini, un po’ con l’intento di mettere alla prova l’opposizione, soprattutto il Pd. Ma senza dubbi non crede nella possibilità del dialogo con gli avversari.
“Non c’è da sperare nulla perché il Pd pensa solo a rimettere insieme tutta la sinistra e a fare campagna elettorale contro di noi. Così come non mi fido del giudizio della Consulta anche se il Lodo venisse approvato per via costituzionale”, ha detto.

E parlando del “caso Nicola Cosentino” il premier lo ha convinto a fare un passo indietro in merito alla sua candidatura in Campania.
“Mentre prima la mia candidatura era cosa praticamente certa, oggi con questa tagliola giudiziaria c’è una riflessione che è giusto si faccia”, ha precisato ieri Cosentino.

Alessandra Battistini

Notizie Correlate

Commenta