Nella Cappella Sistina, Il Papa chiede a 300 artisti di essere “con il loro talento, testimoni di speranza”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:09

cappella_sistinaNello splendido scenario della Cappella Sistina, proprio lì dove Michelangelo realizzò il suo capolavoro, il Giudizio Universale, Papa Benedetto XVI invitò ieri a 300 artisti, provenienti da tutto il mondo, a “essere, con il loro talento, testimoni di speranza”

Cantanti come Andrea Bocelli, compositori come Ennio Morricone o architetti come Santiago Calatrava e Zaha Hadid ascoltarono rapiti le parole del Vescovo di Roma che ricordò loro che la bellezza è un riflesso del divino e una forza potente che innalza la condizione umana. Sottolineò come creare bellezza attraverso il talento personale di ognuno è ancora più importante in tempo di crisi. Una crisi che, affermò il Papa, porta “a una perdita della speranza e un aumento della rassegnazione,  dell’aggressività e della disperazione”.  Al contrario, continuò Benedetto XVI, la bellezza “tanto dell’universo e della natura, come quella che si espressa nella  creazione artistica avvicina al Mistero, all’Infinito e a Dio”.

Nella stesso luogo dove fue eletto Papa, il successore di Giovanni Paolo II ricordò anche il momento “indimenticabile della mia elezione”.

Annastella Palasciano

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!