Quando una giornalista vuole sposare un carcerato

izzo_donatella_web--400x300

Lei è Donatella Papi, la giornalista che ha espresso il suo desiderio di vita, ovvero quello di sposare Angelo Izzo, l’assassino del Circeo, chiedendo inoltre una sorveglianza in carcere per l’uomo detenuto. Inoltre, non contenta, la Papi ha detto di voler vedere l’uomo in tv, nel volto per poter essere certa dello stato di salute della sua persona.
E da qui è nato il caos: la richiesta della donna arriva nella speranza che “in carcere non gli succeda nulla”.

Donatella Papi ha poi aggiunto: “Izzo non è a conoscenza delle prove testimoniali che porterò e renderò note solo nelle sedi competenti: se si aprirà uno scenario di perizia psichiatrica, come soggetto che può reiterare il reato, sarà mia battaglia difenderlo. Ho già venduto la casa, ho 310 mila euro a disposizione”.
In merit alla voglia di sposarlo, la donna ha fatto presente della grande sensibilità di Izzo, che le ha sempre promesso che “non le avrebbe mai fatto cattiverie”, passando con lei il resto della sua vita.

Alessandra Battistini

Notizie Correlate

Commenta