Si tenta di rompere il silenzio sulle cause dell’omicidio del bambino di Padova

violenza_minori

E’ iniziata ieri, 22 novembre, nel Tribunale di Padova, l’interrogazione davanti al pm di Monica Cabrele, la mamma di due bambini, uno di neppure tre anni, l’altra di tre mesi, che la sera del 21 ha ucciso con un coltello da cucina il maggiore.

Il padre del bimbo ed il resto della famiglia sono ancora increduli, e non hanno saputo fornire spiegazioni all’insensato gesto, compiuto all’improvviso, mentre il marito era andato in un vicino ristorante a farsi preparare due pizze da portare a casa.

Ora le spiegazioni sta cercando di ricavarle il Pm Orietta Canova, insieme agli inquirenti del nucleo investigativo dei Carabinieri di Padova. Per molte ore dal delitto la donna non ha più parlato, sotto effetto di sedativi e cure neurologiche. Ora, dovrà farlo forzatamente.

Sandra Korshenrich

Notizie Correlate

Commenta