Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Sigarette: aumenta consumo in Italia

Sigarette: aumenta consumo in Italia

fumo38

Per la prima volta dopo sei anni, sono aumentati i fumatori italiani: rispetto al 2008 sono il 3,4%, soprattutto donne.

I risultati dell’indagine commissionata dall’Istituto Superiore della Sanità e condotta da Doxa, Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, ha evidenziato come questo dato sia da attribuire soprattutto alla diminuzione degli ex-fumatori, che sono passati dal 18,4% al 14,6%.

Questo vuol dire che in molti, complice probabilmente anche la pesante crisi economica degli ultimi mesi, hanno ripreso in mano le sigarette, dopo averle buttate in passato. Un dato su cui riflettere, influenzato dall’idea (sbagliata) di moltissimi fumatori di poter decidere a proprio piacimento se smettere o ricominciare.
“È necessario quindi – ha dichiarato Piergiorgio Zuccaro, direttore dell’Osservatorio Fumo, Alcol e Droga dell’ISS- rivolgersi a dei professionisti che trattano la problematica del tabagismo e intraprendere dei percorsi di disassuefazione dal fumo grazie anche all’aiuto di specialisti che lavorano presso i centri antifumo dislocati su tutto il territorio nazionale”.

In media i fumatori italiani fumano 14 sigarette al giorno e appartengono soprattutto alla fascia d’età che va dai 25 ai 45 anni (32,1%), mentre fra i giovanissimi (15-24 anni) sono il 29%.

Ma le notizie non finiscono qui.
L’indagine dell’ISS, infatti, ha anche verificato che all’aumento del numero di fumatori non è corrisposto un incremento delle vendite di tabacco, che sono invece calate dello 0,9%.
Oltre alla ripresa dell’attività di contrabbando testimoniata dalla polizia doganale (in Romania un pacchetto da 20 di Marlboro costa 1,51€ contro 4,30€ italiani), stanno anche prendendo piede nuove forme di smercio della merce contrabbandata, soprattutto legate alla contraffazione e al commercio online.

Mattia Nesti