Sondrio: violenza sessuale nei confronti di due ragazzine

violenzasessuale

Ha come epicentro Livigno (Sondrio), la delicata vicenda sulla quale verte
l’ indagine portata avanti ormai da settimane da parte dei carabinieri del Rono, il Reparto Operativo Nucleo Operativo.
A finire in manette, per aver indotto 2 studentesse di 14 anni ad avere rapporti sessuali con loro in cambio di regali, un operaio edile di 55 anni, P.P. ed un dirigente d’ impresa, L.B.; per i due uomini l’ accusa è di violenza sessuale ai danni delle due minorenni; quest’ultimo e’ stato fermato mentre con la sua auto si apprestava a lasciare Livigno con una delle due adolescenti. E’ scattato venerdì, il blitz eseguito nel “piccolo Tibet”, condotto dai militari dell’ arma e che ha visto impegnati sul campo una dozina di uomini in borghese.
Notificato, ai due indagati da tempo tenuti sotto controllo e sottoposti a pedinamenti ed intercettazioni, il provvedimento di arresto su ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal gip del Tribunale di Sondrio su richiesta della Procura. Secondo gli inquirenti ci sarebbero le prove che i due, abbiano commesso violenza sessuale nei confronti di due ragazzine della zona, adescate con diversi regali che consistevano in cellulari, ricariche telefoniche , abiti alla moda e qualche banconota.

Boris Corriera

Notizie Correlate

Commenta