Afghanistan, in arrivo oltre 30mila soldati USA in più

061211_obama_vlrg_3awidec

La missione degli Stati Uniti in Afghanistan, paese dove sono già impiegati oltre 100mila militari a stelle e strisce, prosegue più decisa che mai. Il Consiglio di guerra svoltosi stanotte alla Casa Bianca, in presenza del presidente Barack Obama e dei vertici della Difesa statunitense, ha infatti deliberato l’invio nello Stato asiatico di un numero di soldati supplementari oscillante tra i 32.000 e i 35.000.

Nel recente passato il Generale Stanley McCrystal – capo delle truppe USA nel territorio afghano – aveva auspicato l’invio di un numero di rinforzi ancora superiore, 40mila, ritenendo questa mossa indispensabile al fine di evitare il fallimento della lotta contro i Talebani e dell’intera missione.

Per il fresco premio Nobel per la Pace Obama, il dispiegamento di nuovi uomini – in una campagna militare che ogni giorno continua a mietere vittime tra i soldati americani – sembra una patata bollente sempre più complicata da gestire, così come è a tutt’oggi evidente la difficoltà di individuare ed attuare una credibile exit strategy. La comunicazione ufficiale della decisione sull’aumento delle truppe non è ancora stata data: secondo fonti interne, l’annuncio di Obama arriverà probabilmente dopo il Giorno del Ringraziamento (26 novembre), o comunque prima del vertice Nato sull’Afghanistan in programma il 7 dicembre.

Daniele Ciprari

Notizie Correlate

Commenta