Berlusconi è pronto a difendersi da ogni accusa

berlusconi

Sarebbe pronto a parlare al popolo a reti unificate, un po’ per spiegare a tutti che è solo perseguitato; il Cavaliere vuole scatenarsi contro i pm di Firenze, Caltanissetta e Palermo qualora questi “abbiano il coraggio” di spedirgli un avviso di garanzia per mafia.
Qualora questa ipotesi non andasse in atto, per Silvio vi è un’altra possibilità, ovvero quella di parlare con un discorso di fronte al Parlamento per spiegare e raccontare la sua completa estraneità per tutti quei fatti nei quali sarebbe coinvolto, con la necessità di far approvare al più presto non solo il processo breve, ma anche una norma chiarimento sulla prescrizione.

Per arrivare alla norma blocca processi, “perché si sa che i magistrati sono comunisti e lo perseguitano”, Berlusconi vorrebbe provare a spiegare alla gente che la legge del processo breve serve a tutti i cittadini.
Ma il vero timore del presidente si cela dietro a Napolitano, che potrebbe non firmare il testo e rinviarlo alle camere, così facendo però i tempi si allungherebbero a dismisura. Fatto questo, pare che tra le file del Pdl sia già pronta una nuova legge salva premier, per chiarire una volta per tutte il sistema per datare il reato e da cui comincia a decorrere la prescrizione (ovviamente in riferimento al processo Mills).

Alessandra Battistini

Notizie Correlate

Commenta