Bersani e il “nuovo” Pd: in mille piazze per costruire l’alternativa

Pierluigi Bersani, nuovo segretario del Pd

Pierluigi Bersani, nuovo segretario del Pd

Arriva finalmente la risposta del “nuovo” Pd targato Bersani al “No Berlusconi Day”. Si tratta di una mobilitazione, organizzata dai Circoli del Partito Democratico, che si terrà l’11 e il 12 dicembre in un migliaio di piazze italiane. Cosa si chiede? Non solo le dimissioni del premier Berlusconi, ma un coinvolgimento di tutto il popolo delle primarie per denunciare “le tante nefandezze” dell’attuale governo. Una mobilitazione per centrare un doppio obiettivo: “fare opposizione e costruire un’alternativa”.

“Il governo – ha detto Enrico Letta, vicesegretario del partito – è in palese difficolà. Fare opposizione rumorosa non basta per vincere le elezioni: per vincere occorre raggiungere il 51%, cioè costruire l’alternativa di governo. Il Pd rispetta le iniziative degli altri partiti, ma non rinuncia ad avere una sua cifra”.  Secondo le prime indicazioni diffuse dagli organizzatori, saranno tre i temi privilegiati nella manifestazione dei democratici: lavorro, imprese e sanità.

Maria Saporito

Notizie Correlate

Commenta