Cesare Battisti sospende lo sciopero della fame

cesare battisti

L’ex terrorista Cesare Battisti ha deciso di sospendere lo sciopero della fame, protesta messa in atto dallo scorso 14 novembre contro la richiesta di estradizione presentata nei suoi confronti dall’Italia. Lo ha comunicato il senatore brasiliano Eduardo Suplicy, uno degli esponenti politici che ha seguito più da vicino l’intera vicenda del detenuto italiano.

Dopo la sentenza del Tribunale Supremo brasiliano, arrivata lo scorso 18 novembre, il destino della detenzione di Battisti – estradizione nel nostro paese o prosecuzione dell’asilo politico nello Stato sudamericano – è in mano alla decisione finale del presidente Lula. I tempi entro i quali verrà presa e resa nota la decisione restano però ancora incerti.

Secondo il giornale locale “Folha de S. Paulo”, lo stop allo sciopero della fame va inteso come “un gesto di fiducia” nei confronti di Lula. Già a distanza di pochi giorni dall’inizio della sua protesta, Battisti era apparso pesantemente debilitato dalla mancata assunzione di cibo.

Daniele Ciprari

Notizie Correlate

Commenta