Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Fini: processo breve non è riforma giustizia, giusto ridurre i tempi dei...

Fini: processo breve non è riforma giustizia, giusto ridurre i tempi dei processi

gianfranco_fini1

Gianfranco Fini ha precisato, durante la presentazione del suo nuovo libro “Il futuro della libertà” presso la sede del Corriere della Sera alla presenza del direttore Ferruccio De Bortoli, la sua posizione in merito al tema del giorno, ovvero il disegno di legge sul “processo breve“.
Il Presidente della Camera ha invitato giornalisti e opinionisti a “evitare di dire che lo scontro è sulla giustizia. Perché la riforma della giustizia è la riforma di quella parte della Costituzione che riguarda il potere giudiziario”.

In ogni modo “si può parlare sulla bontà del provvedimento in discussione domani al Senato – ha aggiunto Fini – ma è indiscutibile il fatto che in Italia i processi siano troppo lunghi e che siamo stati condannati dall’Europa per questo. Ovviamente ci vogliono risorse per la giustizia ma è giusto garantire tempi certi nei processi”.

Il Presidente della Camera ha poi ribadito che è fondamentale affrontare il tema delle riforme ma che è meglio che queste siano “condivise” con le opposizioni.
“La bozza Violante – ha aggiunto, intervenendo sul tema della riforma del Parlamento – potrebbe essere votata all’ unanimita’ alla Camera e al Senato e in poche settimane diventare legge dello stato”.
Bozza Violante che venne elaborata durante la scorsa legislatura, con lo scopo di avviare una riforma federalista delle istituzioni.

Sempre a proposito del federalismo, Fini ha definito “una grande opportunità” il federalismo fiscale che, tuttavia, sarebbe “una catena monca dell’anello principale” senza il necessario federalismo istituzionale che si tradurebbe, quindi, con l’abolizione del bicameralismo perfetto e la nascita di un Senato Federale.

Fini ha, infine, chiesto all’intera classe politica di non candidare “politici indagati” per un motivo di “opportunita’ e di etica pubblica”.

Mattia Nesti

Comments are closed.