Fiorentina: è impresa, l’Inter cade in Spagna

FBL-EUR-C1-FIORENTINA-LYON

Grazie alla vittoria per 1-0 sul Lione, la Fiorentina accede agli ottavi di finale della Champions league con un turno di anticipo. La rete decisiva è del peruviano Vargas su calcio di rigore. Va male invece all’Inter che deve inchinarsi ad un avversario più forte, forse il più forte al mondo attualmente. Il Barcellona passa 2-0 con le reti di Pique e Pedro. Serve una vittoria a tutti i costi nell’ultimo turno casalingo contro il Rubin Kazan.

Erano passati dieci anni dall’ultima qualificazione della Fiorentina. I volti erano importanti, Trapattoni, Batistuta, Rui Costa. Adesso sono quelli di Prandelli, Gilardino, Vargas. Al Franchi i viola compiono un’altra impresa dopo quella contro il Liverpool e grazie ad una prestazione determinata ottengono una meritatissima qualificazione. Il momento topico è alla mezzora del primo tempo quando Vargas trasforma il rigore che da l’1-0 decisivo. Nel secondo tempo i francesi si fanno sotto, ma trovano un grande Frey sulla loro strada. Incredibile come ancora Domenech non si sia accorto di lui per la nazionale francese. Poco importa comunque per i transalpini che accedono comunque agli ottavi.

Niente da fare per il Liverpool che nonostante la vittoria di misura sul Debreceni (rete di N’gog) devono accontentarsi del terzo posto che li proietta in Europa league.

Al Camp Nou il verdetto è stato chiaro. Il Barcellona è stato superiore all’Inter. Ne è testimone Mourinho stesso che all’uscita dal campo di Iniesta, migliore in campo, applaude. Gli spagnoli hanno fatto valere la loro maggiore proprietà di palleggio e nel primo tempo hanno sfornato una prestazione sensazionale. Proprio nella prima frazione di gara sono giunti i gol che hanno sancito il 2-0 finale. Il primo arriva su uno dei punti forti dei nerazzurri: le palle inattive. Su calcio d’angolo Pique risolve la mischia e mette dentro. Poco dopo dai piedi pregiati dei centrocampisti blaugrana nasce un azione spettacolare che con tre passaggi porta i padroni di casa in porta. Pedro conclude magistralmente. Niente da fare per Julio Cesar. Sul finire della gara gli ospiti provano a spingere per salvare il salvabile, ma nulla accade più. In tutto questo erano assenti Messi e Ibrahimovic.

Rubin Kazan e Dinamo Kiev fanno 0-0. Nell’ultimo turno i campioni d’Italia dovranno assolutamente vincere o nel peggiore dei casi pareggiare massimo 1-1. Se perdono o pareggiano da 2-2 in su, è finita. Il fattore casa sarà decisivo contro la sopresa russa.

Negli altri gironi si qualifica dominando il girone H, l’Arsenal dei terribili giovani di Wenger. Nasri e un supergol di Denilson abbattono lo Standard Liegi. Nell’altra partita Az e Olimpiacos finiscono a reti bianche, ma i greci sono i favoriti per la qualificazione. Per quanto riguarda il girone G, la sorpresa Unirea Urziceni non finisce di stupire. Vittoria in casa contro il già qualificato Siviglia grazie ad un’autorete di Dragutinovic. Lo Stoccarda riesce ad espugnare Glasgow. Rangers sconfitti 0-2. Decisiva la sfida tra Unirea e Stoccarda nell’ultima giornata.

E domani tocca a Milan e Juve.

Giuseppe Greco

Notizie Correlate

Commenta