Giustizia, Nicola Mancino: abbassiamo i toni dello scontro

Il vice presidente del Csm, Nicola Mancino

“Dobbiamo tenere basso il livello dello scontro. Eliminarlo è auspicabile ma non sempre possibile”. Il vice presidente del Csm, Nicola Mancino invia a tutte le parti politiche un messaggio di distensione e un invito alla collaborazione. Parlando stamattina alla platea dei 230 capi degli uffici requirenti italiani, riuniti a Palazzo dei Marescialli a Roma, Mancino ha precisato: “Da parte del Csm non c’è nessuno spirito di rivendicazione, siamo un organo di rango costituzionale che non dipende da nessuno in un impianto che vede al centro Parlamento e governo”.

Nel corso dell’incontro che ha aperto un confronto sul possibile impatto del ddl che riguarda il processo-breve, Mancino ha quindi ribadito: “Dal canto nostro, valuteremo le proposte di riforma con animo sereno, sgombri da qualsiasi tentativo di strumentalizzazione in negativo”. E un invito a ridimensionare i toni giunge anche dal Presidente del Senato, Renato Schifani. A margine di un incontro sulla Rai, la seconda carica dello Stato ha rivolto un appello “a tutte le parti in causa perchè abbassino i toni, la conflittualità e assumano atteggiamenti responsabili con proposte costruttive”. Il tanto discusso ddl intanto oggi approda al Senato.

Maria Saporito

Notizie Correlate

Commenta