Google Chrome OS: prima indiscrezioni sui netbook del futuro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:04

google_chromeIl 19 novembre scorso, in occasione dell’evento di rilascio del codice di Chrome OS, il primo sistema operativo interamente programmato da Google, Sundar Pichai, vice president of product management della casa californiana, ha voluto svelare che Google ha pianificato una sua politica per spezzare il monopolio della Windows nel campo dei mini pc portatili.

Il nuovo sistema operativo di Google, infatti, richiederà dei requisiti hardware molto particolari, progettati appositamente per il software.
I programmatori della casa californiana forniranno poi tali requisiti ai produttori, per mettere sul mercato dei nuovi mini portatili contenenti Google Chrome che, parola di Pichai, “reinventaranno ancora una volta l’esperienza del personal computing“.

Naturalmente al momento tutti i dettagli dell’operazione sono gelosamente custoditi da Google, ma le prime indiscrezioni fanno pensare a tastiere e schermi più grandi di quelli degli attuali mini portatili e ad un sicuro accesso alla rete WiFi.

Il nuovo Chrome, inoltre, sarà supportato sia da processori a tecnologia X86 che da macchine con Cpu Arm; questo importante elemento permetterà alle varie case produttrici (Asus, Acer, Samsung…) di avere un’ampia gamma di scelta a livello di architettura.

Mattia Nesti