Robin Hood esiste, è una donna e lavora(va) in banca!

banca

Siamo in Germania, e proprio come il caro e sempre verde Robin Hood, rubava ai ricchi per dare ai poveri. Il “Robin” in questione però è una donna, la direttrice di una filiale della VR-Bank, che scorazzava nei pressi di Bornheim a Bonn, ex capitale della Repubblica federale.
Il suo nemico era la democrazia tedesca; la donna è stata scoperta, processata ed ora condannata a restituire il maltolto (finendo lei con il conto in rosso!) e anche a 22 mesi con la condizionale.

Oggi si dichiara pentita, ma il suo unito intento era quello di aiutare i clienti poveri, con diverse difficoltà, infatti la donna non si è ma intascata un soldo! Praticamente lei notava clienti con un forte bisogno di denaro, ma non in possesso delle garanzie necessarie per ottenere fidi o crediti. Grazie al suo spirito di solidarietà, la donna concesse a moltissimi di loro crediti, fidi e scoperti assolutamente sproporzionati alle possibilità dei loro redditi, prelevando soldi dai conti di clienti ricchi. Il totale di denaro che ha “ricavato” per i suoi “sudditi” più poveri è stato di 7,6 milioni di euro.

Ma il tribunale non ha apprezzato il gesto e nonostante non sia stato facile è arrivato un verdetto: “E’ stata una scelta difficile quella per arrivare a una condanna giusta. Da un lato siamo di fronte a gravi danni finanziari recati a persone, dall’altro si è trattato di un comportamento non dettato dalla ricerca dell’utile personale, quindi abbiamo affrontato un caso radicalmente diverso dai soliti”.
Nonostante il gesto sia terribilmente solidale, non è possibile e neppure lecito rubare! La donna è stata licenziata e vive con una pensione di 1000euro mensili, per recuperare al danno commesso ha dovuto vendere case e polizze vita.

Alessandra Battistini

Notizie Correlate

Commenta