Home Spettacolo Snow patrol, consacrazione alla Royal Albert Hall

Snow patrol, consacrazione alla Royal Albert Hall

snowpatrol

Dai pub irlandesi e scozzesi ad uno dei teatri più famosi del mondo. La pop-rock band Snow patrol è entrata nel gotha della scena alternative contemporanea e l’ha fatto da una porta principale: la Royal Albert Hall di Londra. Due ore e mezza di concerto con una prima fase più acustica e una seconda che si lascia andare al pop-rock di matrice britannica. Soddisfazione unica per i componenti del gruppo, in particolare del cantante Gary Lightbody che è apparso visibilmente emozionato.

Noi in questo teatro leggendario? Mi sembra incredibile, chi è che non sogna una sera così?.” Nonostante l’emozione, il gruppo è apparso in gran forma offrendo una fresca presenza scenica durante la loro prestazione. Ma parole umili sono state sottolineate da tutti i membri della band in ricordo dei tempi in cui erano sconosciuti. “Credo che la cosa più importante per noi sia l’amicizia, è quella che ci ha tenuti assieme – afferma il tastierista Tom Simpson – Noi  ci ricordiamo di quando dormivamo per terra nei club. Ancora oggi ci sentiamo per andarci a bere la birra. Forse perchè siamo scozzesi e irlandesi, quando siamo dalle nostre parti la gente ci saluta, ma nessuno ci tratta come star.”

15 anni di gavetta e tante serate in piccoli pub che odorano di birra ci sono voluti prima di arrivare a questo. Gli Snow patrol si sono formati nel 1997 e all’attivo hanno 5 album in studio con oltre 10 milioni di dischi venduti. Il loro ultimo lavoro si intitola A hundred milions suns e risale al 2008. Take back the city è il singolo che li ha lanciati definitivamente. Nell’estate appena trascorsa, il gruppo ha fatto di supporto nientemeno che a Bono e agli U2 durante il loro tour europeo.

Giuseppe Greco

Comments are closed.