Aborto: stop alla pillola RU486. Prima ok dal Ministero

stor_17295913_42500

E’ notizia di oggi e le opinioni già si rincorrono sul web e in televisione. La commissione Sanità del Senato ha approvato, con maggioranza, il documento riguardo l’indagine svolta sulla pillola abortiva RU486 .

La relazione, curata da Andrea Tomassini, è atta a chiedere al governo, e ottenere, lo stop della messa in commercio del farmaco in attesa di un parere da parte del Ministero della Sanità riguardo la compatibilità tra la legge sull’aborto e la pillola in questione.

Le votazioni hanno dato esito positivo per quanto riguarda lo “stand by” e la maggioranza dei favorevoli è stata vista tra le fila  del PDL e Lega ( i contrari tra quelle del PD)

La richiesta formale al Governo gioca sul fatto che già da tempo il Ministro Sacconi aveva espresso perplessità in merito al farmaco.

Si tratta, secondo il PDL, di un problema morale: troppa semplicità di aborto rispetto alle normali procedure previste dalla legge. Non solo, quindi, i partiti della maggioranza si battono per l’impedimento della messa in vendita del farmaco, ma anche per il suo impiego nelle strutture ospedaliere come metodo abortivo.

Dure le reazioni dell’opposizione. Felice Belisario ha parlato di “un autentico colpo di mano; una decisione oscurantista che pone l’Italia a parecchi passi indietro rispetto a Pesi molto più evoluti da questo punto di vista.”

A giorni, comunque, gli ulteriori sviluppi circa la decisione del Ministero della Sanità al riguardo.

Federica D’Ascani

Notizie Correlate

Commenta