Finanziaria, da Tremonti no a tagli Irap e Irpef

Niente tagli dell’Irap, dell’Irpef e niente cedolare secca sugli affitti. I “niet” del ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, rimbombano nel corso della riunione di consulta economica del Pdl in cui ha ribadito ai colleghi di governo e di partito la necessità di mantenere una linea di rigore. Alla viglilia dell’esame alla Camera della manovra Finanziaria, Tremonti ha spiegato che in arrivo ci sono “solo” 4 miliardi di euro (quelli attesi dallo “scudo fiscale”) e  che questi serviranno per interventi “strutturali”.

Il relatore alla Finanziaria, Massimo Corsaro, ha infatti precisato: “Per ora preferiamo interventi di struttura a interventi mirati e quindi interverremo con misure di sviluppo, per il welfare e per gli enti locali”. Ma se il ministro Tremonti riesce a “spuntarla” sui colleghi dell’esecutivo e del partito nel corso della consulta riunitasi ieri in Via dell’Umiltà, da fuori giunge la nota polemica sollevata dal Presidente della Camera, Gianfranco Fini, il quale si dice non disponibile a accettare un maxiemendamento “confezionato” in extremis sul quale i deputati potrebbero essere obbligati a esprimere solo il voto di fiducia.

Il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti

Il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti

 

Maria Saporito

Notizie Correlate

Commenta