I ricatti di Brenda e le scuse di Marrazzo al Papa

marrazzo2

Brenda aveva una particolare arma per ricattare le persone: posizionava una telecamera nella stanza dove portava i suoi clienti. Questi sono i file trovati all’interno del suo pc, e tra questi clienti…vi sarebbero almeno una decina di vip! A dirlo è l’ex fidanzato di Brenda: su Novella 2000 si vedono le foto dell’uomo, 41 enne, ex spacciatore e convivente della trans.

Lui parla della professione di Brenda, della sua passione per il ricatto e delle conoscenze tra i carabinieri coinvolti nel caso Marrazzo (furono due di loro ad arrestare l’uomo). Secondo l’ex fidanzato, Brenda aveva deciso di collaborare con i carabinieri per incastrare gli spacciatori, poi sarebbero stati loro a persuaderla e a convincerla a ricattarli. Pare che Giorgio la sera della morte di lei, l’avrebbe accompagnata a casa, spiegando poi
che “Era ubriaca ma non depressa, voleva tornare in Brasile”.

Intanto prosegue il percorso di riabilitazione morale di Piero Marrazzo che ha scritto una lettera al Papa per chiedere perdono. L’ex presidente della Regione Lazio cerca la sua redenzione: “Santità, mi perdoni per tutto quello che ho fatto…”.
Ma pare che la sua lettera non sia giunta a destinazione, pare che il segretario di Stato non abbia voluto accontentato.

Alessandra Battistini

Notizie Correlate

Commenta