Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Protezione animali: no alle mutilazioni e maltrattamenti

Protezione animali: no alle mutilazioni e maltrattamenti

cani

Finalmente una buona notizia per gli amanti degli amici a quattro zampe. La Camera ha approvato  il disegno di legge che prevede dure pene e condanne per chi mutila gli animali e li maltratta.

Il testo, passato con 466 si, 1 no e 6 astenuti, vieta tassativamente l’utilizzo della mutilazione come arma indiscriminata per estetica o mode (il taglio della coda o delle orecchie).

Alcune eccezioni saranno a discrezione del Ministero che presenterà i casi in cui la pratica potrà essere concessa. A ogni modo, le conclusioni, di tali “elenchi”, saranno prese in base al benessere degli animali e redatti dietro consiglio dei veterinari.

Altro grande traguardo, raggiungibile tramite l’approvazione definitiva di questa legge, è la reclusione dai 3 ai 18 mesi, senza per forza dover dare prova di crudeltà, delle persone incriminate. Quindi, chi uccide, in maniera sadica o meno, il proprio o altrui animale da compagnia, sarà punito severamente.

Anche sul fronte “maltrattamenti” si avranno serie conseguenze, che vanno dai 3 ai 15 mesi di reclusione e da multe fino a 18.000 euro per le persone in difetto. Per maltrattamenti si intendono anche tutte quelle mutilazioni non finalizzate al benessere dell’animale, quali taglio di coda e orecchie, asportazione di corde vocali o unghie. Insomma, gli interventi saranno consentiti solo per scopi prettamente terapeutici.

Ci sarà, inoltre, lo stop ai traffici illeciti di animali, puniti nelle stesse modalità previste per le altre infrazioni alla legge.

Ciò che lascia stupiti, davanti a questa innovazione che arriva, forse, tardi, è quel no e i 6 astenuti della Camera.

Federica D’Ascani

Comments are closed.