Un fermo per l’assassinio con mani mozzate, nel Varesotto

Il sindaco di Coquio Trevisago, Mario Ballarin

Il sindaco di Coquio Trevisago, Mario Ballarin

Arrestato il probabile assassino dell’ottantaduenne Carla Molinaro, signora solitaria di Coqcuio Trevisago, vicino Varese. L’omicidio del 6 novembre scorso ha fatto molto scalpore, come comprensibile, nella tranquilla cittadina di 4.600 abitanti.

Il fatto inquietante ed inspiegabile è stato il modo orrido in cui la vittima è stata mutilata delle mani. A tal punto il paese era rimasto sotto shock, che il sindaco Mario Ballarin ha pensato bene di istituire, da quando è avvenuto il fatto una ventina di giorni fa, delle ronde di volontari per badare alla comune sicurezza e tranquillizzare gli abitanti, ed un apposito servizio gratuito a disposizione della cittadinanza con due psicologi ingaggiati appositamente, e pronti per tutti.

Il 58enne fermato, Giuseppe Piccolomo, di Ispra, altro paese dei dintorni, era stato già indagato a partire da sei anni fa per la morte della moglie, per la quale aveva alla fine patteggiato la pena. In quel caso, la morte era avvenuta per cause non del tutto certe, attraverso l’incendio della macchina in cui era seduta, dopo che il marito era sceso.

I suoi vicini hanno raccontato agli inquirenti che amava informarsi sui delitti irrisolti, ed era un appassionatissimo di serial di investigazione, come Senza Traccia, Ris delitti imperfetti, Csi.

Sandra Korshenrich

Notizie Correlate

Commenta