D’Alema a Vendola: in Puglia rispettiamo le alleanze

foto-id=513701-x=660-y=495

All’interno del Pd c’è un nodo da sciogliere ed è quello che riguarda le elezioni regionali in Puglia. Dopo l’invito del Governatore Nichi Vendola a rimettere la scelta del futuro candidato nelle mani degli elettori attraverso le “primarie”, arrivano le risposte dal partito che raffreddano gli entusiasmi dell’attuale Presidente della Puglia.

A rendere problematica la ricandidatura di Vendola alla guida della regione è l’accordo che il Pd pugliese ha siglato con l’Udc di Casini (poco disponibile ad accettare e sostenere la riproposta dell’attuale Governatore). “Vi prego – ha affermato Massimo D’Alema all’Assemblea regionale del Pd – di rispettare le alleanze con l’Udc che abbiamo già fatto, altrimenti rischiamo di perdere non solo la Puglia alle prossime elezioni ma le giunte cha abbiamo già conquistato alle scorse amministrative”.

Le allenze da salvaguardare sono, ricorda D’Alema, le stesse inaugurate all’interno della giunta guidata da Vendola (all’indomani dello scandalo che ha portato al rimpasto dell’esecutivo regionale) e dimostrano pertanto come “noi – prosegue l’esponente del Pd – non abbiamo agito a dispetto di Vendola, ma  insieme a lui nella prospettiva di realizzare un’alleanza per il Mezzogiorno”.

“Noi – ha insistito D’Alema – avevamo chiesto a lui (Vendola, ndr) di prendere l’iniziativa di chiamare le forze politiche attorno a un tavolo e verificare la possibilita’ di portare l’alleanza per il Mezzogiorno al governo della regione. Lui – prosegue D’ Alema – non lo ha fatto, probabilmente nella consapevolezza che forse attorno a quel tavolo sarebbe stata posta la questione della guida della regione e ha deciso di candidarsi”.

All’invito a fare un passo indietro formulato da Massimo D’Alema, Nichi Vendola risponde con un secco: “Non sono isolato”. ‘ “Io sono l’espressione – ha replicato Vendola – di una formidabile volontà popolare: uccidere questa volontà popolare è davvero il modo per far vincere Fitto. Rifletta bene – aggiunge Vendola – il segretario del Pd, Blasi, riflettano gli amici e i compagni che hanno la responsabilità di sciogliere nelle prossime ore questo nodo”.

Maria Saporito

Notizie Correlate

Commenta