Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Ultime notizie di Economia Le nuove sfide di Brunetta: no al lavoro nero, sì alla cortesia

Le nuove sfide di Brunetta: no al lavoro nero, sì alla cortesia

Gli imprenditori che consentono il lavoro in nero?Sono farabutti”. Lo sostiene il ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta che aggiunge: non è un problema che riguarda l’ alleggerimento della pressione fiscale. “La differenza – spiega meglio il ministro – non sta in un taglio del 5% o del 10% dei contributi, ma sul fatto di essere farabutti o persone per bene. I lavoratori immigrati in nero sono dovutRenato Brunetta
i alla nostra cattiva economia, sono l’altra faccia della nostra cattiva coscienza”.

 

 E dopo la battaglia ai danni dei fannulloni, il ministro si prepara ad affrontare una nuova sfida. Alla conquista della gentilezza perduta. “Tutti i pubblici dipendenti, tra pochi mesi – ha anticipato Brunetta – quando sarà approvata la mia legge, dovranno essere gentili e cortesi“.

Interpellato infine sulla possibilità di accorciare i tempi per la cittadinanza da concedere agli stranieri residenti nel nostro Paese, il ministro della Funzione pubblica ha dichiarato: “La cittadinanza va considerata un premio per chi progetta la sua vita nel nostro Paese condividendone i valori e i diritti. Questo percorso – ha continuato Brunetta – va verificato in maniera corretta e, se vi sono le condizioni, è possibile anticipare il tempo necessario per l’ottenimento della cittadinanza“.

Maria Saporito