L’Iran contro l’Aiea:”Ridurremo le relazioni”

IRAN NUCLEAR ISFAHAN UCF

I parlamentari iraniani hanno firmato a maggioraza una dichiarazione in cui chiedono al Presidente Mahmud Ahmadinejad di “ridurre le relazioni” con l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea).Questa decisione vuole essere una risposta a quanto è stato approvato dall’Onu in settimana a riguardo della risoluzione critica del programma nucleare di Teheran.

A parlare è stato Kazem Jalali, portavoce degli esteri: “la proposta è stata approvata da 226 deputati su un totale di 290“. Prima di diventare legge comunque, dovrà prima passare in assemblea plenaria. La critica mossa dai parlamentari all’Aiea è che la decisione presa in settimana è stata pesantemente influenzata dai governi americano e inglese. Nella fattispecie, il programma di risoluzione prevede la cessazione delle attività nucleari. In Iran invece, intendono continuare la costruzione di una seconda base per l’arricchimento dell’uranio, a Fordo, vicino la città di Qom, luogo santo per gli sciiti.

Ha parlato anche il presidente del parlamento, Ali Larijani che tra l’altro era stato in passato il capo negoziatore dei programmi nucleari per l’Iran. Larijani ha detto che Fordo non è una ragione sufficiente a far prendere una decisione così drastica all’Onu e nel governo iraniano si sta pensando seriamente di ridurre al minimo le comunicazioni e le relazioni non solo con l’Aiea, ma anche con i grandi 6 del mercato nucleare: Usa, Russia, Cina, Francia, Gran Bretagna e Germania.

Giuseppe Greco

Notizie Correlate

Commenta