Home Sport Basket NBA: nuove sconfitte per New York e Toronto. Nets da record.

Basket NBA: nuove sconfitte per New York e Toronto. Nets da record.

La delusione sul volto di Rafer Alston (AP Photo/Mark J. Terrill)

Non esistono feste e tacchino per i PRO negli States e così in questa domenica che sanciva la fine delle feste del Ringraziamento sono andate in scena ben dieci partite. Ancora cuori d’inverno per i giocatori azzurri impegnati nella National Basket Association, ma la prima pagina è tristemente dei New Jersey Nets che perdono con i Lakers e segnano la loro 17esima sconfitta consecutiva su altrettante partite, pareggiando così il record di peggior inizio di stagione di sempre. A nulla è valso il cambio di allenatore – ora i Nets devono cercare di battere i Dallas Mavericks nella prossima partita casalinga. Altrimenti cancelleranno dagli annali i Miami Heat 88-89 e i Los Angeles Clippers 99 e si aggiudicheranno in solitario questo non lusinghiero primato.

I Knicks di D’Antoni e Gallinari ospitavano gli Orlando Magic, la squadra con il miglior record nella East Conference. Il risultato finale di 118 a 102 sancisce l’ottava sconfitta dei newyorkesi su nove gare casalinghe. Il “nostro” Danilo mette a referto 15 punti in 34 minuti d’impiego e un buon 5 su 7 al tiro da tre. Per i Magic di Lewis, Howard e Vince Carter è la quattordicesima vittoria su 18 partite, con 6 vittorie consecutive lontano dalla Florida.

Impegno casalingo anche per i Toronto Raptors impegnati contro i Suns del “figliol prodigo” Steve Nash, il miglior giocatore di origine canadese mai esistito. Il due volte MVP offre una grande prestazione chiudendo con 20 punti e 16 assists nel 113 a 94 finale – è la sesta volta che Nash mette a referto più di 15 assists contro Toronto, ma nonostante questo il pubblico casalingo gli ha riservato una fragorosa ovazione. Quarta vittoria consecutiva per la squadra dell’Arizona mentre  per i Raptors è la terza sconfitta consecutiva, la settima nelle ultime nove partite. Per Andrea Bargnani 24 punti, mentre il miglior marcatore della partita è stato Chris Bosh con 30 punti e 17 rimbalzi per la squadra canadese. Solo 17 minuti per Bellinelli con un deludente zero su cinque al tiro.

Le altre partite:
Hawks 88 – Pistons 94
Celtics 92 – Heat 85
Grizzlies 88 – L.A. Clippers 98
76ers 89 – Spurs 97
Rockets 100 – Thunder 91
Timberwolves 106 – Nuggets 100
Hornets 96 – Kings 112

Andrea Guglielmino