Home Spettacolo Brignano: libro, film e tv

Brignano: libro, film e tv

brignano

Enrico Brignano, comico romano amato in tutta Italia, è in rampa di lancio con una serie di novità. In libreria è arrivato, con una prima tiratura di 40.000 copie, “Sono romano ma non è colpa mia“, edito da Rizzoli. Il libro farà anche da filo conduttore a uno spettacolo in scena dal 7 dicembre, ma anche al film “La vita è una cosa meravigliosa” di Carlo Vanzina e alla commedia “Sharm El Sheik-Un’estate indimenticabile”. Entrambi nelle sale nei primi mesi del 2010. E il prossimo 18 gennaio è pronto anche il primo ciak della serie “Fratelli Detective” di Canale 5. Insomma: Brignano è un vero e porpio vulcano in attività, e spiega così questo suo spaziare dal palcoscenico alla tv, dal cinema ai libri: “Sono tutte forme di spettacolo che mi piacciono. L’importante è essere sempre onesto con la gente. Sono in rampa di lancio: ho 43 anni e spero che questa vena mi insegua ancora per un pò. Non avendo fatto nessun reality mi tocca pedalare”. Questo secondo libro, “Sono romano ma non è colpa mia”, esce ad un anno dal successo di “A sproposito di noi”, che fece 30 mila copie e sei edizioni: “è un libro comico ovviamente. È una dichiarazione d’amore per la mia città, Roma, ma con garbo. Quello noi romani a volte dimentichiamo di avere”. In questo ritratto a modo suo delle vicende della Città Eterna, dal traffico al Ratto delle Sabine, da Romolo e Remo a Nerone piromane, Brignano ci mostra le trasformazioni di Roma. “È una guida poco pratica alla città e ai suoi abitanti – spiega il comico -: un viaggio dentro me stesso per capire cosa della mia romanità piace in Italia”. Nella commedia “La vita è una cosa meravigliosa” di Carlo Vanzina, Brignano è un poliziotto che “si occupa di intercettazioni telefoniche attraverso le quali scopre per caso che la sua donna, una rumena, è una prostituta. Il film è una storia di intrighi, intercettazioni, scommesse, ricchezze fittizie ma alla fine c’è un happy end, come piacciono a me”. In “Sharm El Sheik-Un’estate indimenticabile”, insieme a Brignano ci sono Giorgio Panariello e Maurizio Casagrande. E’ una commedia girata prevalentemente in Egitto e il comico interpreta un bravo venditore di polizze assicurative che con la recessione rischia di restare a casa. “Il film è la storia di gente che perde il posto di lavoro. Io e Maurizio Casagrande siamo due capifamiglia che cercano di conquistare, inseguendolo in vacanza sul Mar Rosso, il nuovo boss di turno, interpretato da Giorgio Panariello. Visti i nuovi tagli in azienda, uno s0lo dei due potrà continuare a lavorare”. Primo ciak invece il 18 gennaio per la serie di Canale 5 “Fratelli detective” che vede Brignano protagonista con Marco Todisco, un bambino di 10 anni: “Il vero detective è lui, un bambino prodigio con capacità intuitive superiori alla media, che scopro essere mio fratello nel film. Io sono uno scapolo impenitente, un detective diverso dagli altri per la simpatia”. La puntata pilota della serie, andata in onda lo scorso giugno, ha sbancato la serata con 4.706.000 (share 21.62%).

Andrea Bonino