Home Sport Basket Nba: i Bucks superano i Bulls. Iverson, il ritorno.

Basket Nba: i Bucks superano i Bulls. Iverson, il ritorno.

Jennings attacca Rose in palleggio

Erano quattro le partite del campionato NBA. Nessuno dei giocatori Italiani era impegnato nella notte, solo qualche vecchia conoscenza del nostro campionato che sta facendo molto parlare di sé.
Infatti a Milwaukee i Bucks dell’ex-Roma Brandon Jennings, favorito nella corsa al titolo di rookie dell’anno, affrontava i Chicago Bulls di Derrick Rose, che del trofeo ne è detentore. Jennings è stato il primo giocatore della storia a passare, appena diciasettenne, dall’High School ad una squadra professionistica europea per aggirare la così detta “LeBron Rules” che costringe tutti gli studenti a transitare almeno un anno nel campionato universitario (NCAA) prima di diventare PRO nell’NBA. Passato un pò inosservato al draft di quest’anno, è balzato all’onore delle cronache per essere diventato il piu giovane giocatore NBA a segnare almeno 50 punti, arrivando a 55 contro i Warriors lo scorso 14 Novembre. Per lui 15 punti stanotte, mentre Rose ne segna 19. Ma il protagonista del match è l’australiano Bogut che, ritornando da un infortunio dopo 6 settimane, segna 22 punti, cattura 15 rimbalzi e piazza due importantissime stoppate nei minuti conclusivi per la vittoria finale dei Bucks 99 a 97.

Mavericks 104 – 76sixers 102 Jason Terry mette il tiro in sospensione dai 5 metri ad 1.4 secondi dalla sirena del supplementare e consegna la vittoria a Dallas contro Philadelphia. Per Dirk Nowitzki 28 punti che contribuiscono alla settima sconfitta consecutiva degli ospiti.

Jazz 120 – Grizzlies 93. Per Carlos Boozer il referto finale segna 24 punti, 15 rimbalzi e 7 assist dando agli Utah Jazz la terza vittoria consecutiva.

Warriors 126 – Pacers 107 Monta Ellis chiude con 15 su 27 dal campo, 14 su 16 ai liberi aggiungendoci 5 rimbalzi e 5 palle rubate finendo la partita con il career high di 45 punti e spingendo Golden State alla sesta vittoria a fronte di dieci sconfitte “Mia moglie mi aveva chiesto di segnare 50 ounti per lei e ci stavo riusciendo” – ha dichiarato Ellis, il quale è stato fermato del sesto fallo che l’ha costretto ad abbandonare il campo e rompere così la promessa.

Intanto rumors sempre più insistenti danno il ritorno di Allen Iverson dal suo “semi-ritiro” (the Answer non ha mai ufficializzato la scelta di smettere di giocare dopo aver rescisso il contratto con i Memphis Grizzlies). Intenzionati a riportare sul parquet il numero 3 sarebbero i Philadelphia 76sixers, prima squadra di Iverson in cui il folletto da Georgetown University ha offerto il meglio di sé.

Andrea Guglielmino