Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Cile, l’ex presidente Montalva fu avvelenato da Pinochet

Cile, l’ex presidente Montalva fu avvelenato da Pinochet

20070804212902-frei
Un informe medico rimasto segreto per venti anni e  che finalmente sarà reso pubblico domani, rivela la verità sulla morte dell’ex presidente cileno, Eduardo Frei Montalva.  Secondo l’autopsia eseguita sul corpo di Montalva, l’uomo fu avvelenato, e al crimine parteciparono medici e agenti della sicurezza del regime di Augusto Pinochet.
Nel gennaio del 1982, l’ex presidente Montalva, dopo aver subito tre operazioni all’ernia, morì misteriosamente, apparentemente per l’insorgere di una setticemia. Anche se, fin dal principio, circolarono voci di un possibile assassinato. Nel 2006, dopo la restaurazione della democrazia, il corpo dell’uomo fu riesumato.
Il giudice incaricato del caso, Alejandro Madrid, dopo attente investigazioni, domani impiegherà la parola “omicidio” per definire la causa della morte di Montalva. Un passo previo al giudizio contro i possibili complici del crimine.
Frei Montalva governó il paese dal 1964 al 1970, anno della vittoria di Salvador Allende. Fu uno dei leade della opposizione contro Pinochet, ragione per la quale, secondo le ultime rivelazioni, sarebbe stato assassinato.  Montalva è il padre di Eduardo Frei Ruiz-Tagle, presidente del Cile dal 1994-2000, e attuale candidato nelle elezioni di domenica prossima. 
Annastella Palasciano