Google annuncia: presto il via alle news a pagamento

googleIl magnate australiano Rupert Murdoch aveva lanciato qualche settimana fa il guanto della sfida contro Google e il suo aggregatore di notizie: niente più contenuti totalmente gratis per tutti, oppure sarebbe stata presa in considerazione l’ipotesi di togliere i suoi giornali dal motore di ricerca più popolare del mondo.

Tutto sembrava destinato a svanire come una bolla di sapone, ma a scuotere il web è arrivato improvviso un annuncio da parte di Google, e ce n’è abbastanza per creare una vera rivoluzione nel mondo di internet: Google consentirà agli editori di far pagare la consultazione on line degli articoli tratti dai loro giornali.

In tempi ancora non ben definiti sarà attivato un servizio chiamato First click free, che fissa a 5 il limite di articoli liberamente fruibili. Superato questo limite, le testate permetteranno all’utente di proseguire nella lettura delle notizie solo dopo una procedura di registrazione e pagando un diritto di accesso.

La notizia è stata subito riportata dal Wall Street Journal, testata-ammiraglia dell’impero di Murdoch che già da qualche tempo propone a pagamento parte dei suoi contenuti on-line. Oltre ai tempi di inizio del nuovo “servizio” (se si può definire tale), molto resta però da chiarire. In primis, quali siti e quali notizie saranno sottoposti a queste restrizioni.

Daniele Ciprari