Home Cultura Quando il sesso è malattia: cos’è la sexsomnia?

Quando il sesso è malattia: cos’è la sexsomnia?

CB101745

Non è una barzelletta, anzi. La sexsomnia è un vero e proprio disturbo che è stato riconosciuto dai medici e valutato come raro. Come dice il nome stesso è molto simile al sonnambulismo, ma ovviamente contiene una particolarità in più, ovvero quella del sesso. Ciò significa che durante la fase del sonno si possono compiere atti sessuali senza però rendersene conto e soprattutto senza avere poi ricordi in merito il giorno seguente.

Andando oltre all’autoerotismo nella continua e compulsiva ricerca del piacere, questo disturbo non ha una cura e ha delle ripercussioni anche nella vita privata. Clinicamente parlando, è stato difficile riuscire ad arrivare al riconoscimento di questa malattia, perché molti medici erano convinti che fosse un qualcosa di cercato e voluto.
Una testimonianza in merito arriva dall’Olanda, dove Belle, una donna 32enne si è sottoposta a diverse sedute con psicologi per riuscire a cercare un rimedio efficace. Fatiche inutili! “Mi sono sottoposta a diverse sedute di ipno-terapia, ho preso medicinali per il rilassamento muscolare che per un certo periodo si sono anche rivelati efficaci ma non voglio passare tutta la vita sotto presidio medico, ha detto Belle Floor.
Ora la donna, dopo diverse storie d’amore fallite proprio a causa del suo disturbo, ha deciso di aprire un sito web e soprattutto ha dovuto arrendersi e accettare questa sua perenne condizione di vita.

Alessandra Battistini