X Factor: è Marco Mengoni il vincitore della terza edizione

E’ Marco Mengoni (classe ’88) il vincitore della terza edizione di X Factor che, oltre a vincere un contratto discografico da 300mila euro, parteciperò alla prossima edizione di Sanremo, nella categoria dei “big”.

La puntata della finale si è aperta con la presentazione del nuovo album targato X Factor, dedicato alle canzoni di Natale, con i cantanti (erano presenti, oltre ai finalisti, anche Silver, Damiano, Sofia, Chiara e i Luana Biz) che hanno interpretato “All I Want for Christmas is you” di Mariah Carey.

La prima manche è stata poi riservata ai duetti con importanti cantanti dello scenario musicale italiano: Giuliano con Lucio Dalla in “Caruso”, Max Pezzali con le Yavanna in una “paradossale” interpretazione di “Come mai” e Marco con Alex Britti e la sua chitarra in “Oggi sono io”.
Spazio poi alla star internazionale: questa sera sul palco di X Factor è salito il rapper statunitense Fifty Cents, famoso in tutto il mondo per le sue canzoni e per i nove proiettili che lo hanno raggiunto in una sparatoria all’apice del suo successo radiofonico, ad inizio millennio.
Fifty è rimasto poi fra i tre giudici, per commentare le prestazioni canore (e, nel caso delle Yavanna, anche “fisiche”) dei tre finalisti rimasti in gara.

Nella seconda manche le Yavanna hanno interpretato “Zombie“, storico brano dei Cranberries, ricostruendo sul palco lo scenario protagonista del video della band irlandese: le ragazze sono state brave anche sul piano vocale, ma, senza dubbio, rimane irraggiungibile la specificità canora e interpretativa di Dolores O’Riordan.
Marco canta Amore assurdo” di Morgan; scelta difficile (la canzone è in pratica una lunga, e personalissima, riflessione scritta da Marco Castoldi, non un pezzo “per tutti”), ma Marco ne esce fuori benissimo.
Chiude Giuliano che interpreta “Bella senz’anima” di Cocciante. Esibizione perfetta e standing ovation finale. Piccola polemica di Morgan che fa notare a Claudia Mori di aver scelto una canzone che, per le capacità vocali e interpretative di Giuliano, è “facilotta”, come se lui avesse fatto cantare a Marco “Se telefonando” di Mina.

Fifty se ne va (entra a fare il quarto giudice Lorella Cuccarini) e comincia la terza manche, dove i finalisti propongono i loro inediti.
“Dove si vola” per Marco. Pezzo veramente buono, testo interessante, interpretazione perfetta: il pubblico conosce già il brano, e canta insieme a Marco le strofe finali. Standing ovation e complimenti da tutti.
Giuliano canta “Ruvido“: brano che li si cuce perfettamente addosso con stimolanti sfumatore soul, che non bastano per permettergli di esprimere tutto se stesso. Convince ma non trascina come ha fatto Marco.
Chiudono le Yavanna con “Una donna migliore“, il loro pezzo che le riporta nel loro mondo fantasy, la loro vera, e unica, patria musicale.

Facchinetti svela i risultati (prevedibili) del primo televoto: escono le Yavanna, e il testa a testa sarà fra Marco e Giuliano.
Prima della finalissima canta Gianna Nannini, che (ri)presenta “Sogno”, il suo singolo tratto da “Giannadream, solo i sogni sono veri”.
Finalissima che vede Giuliano e Marco (splendida “Almeno tu nell’Universo” di Mimì) cantare per l’ultima volta sul palco di X Factor con un medley che ripercorre i pezzi interpretati dai due durante il loro percorso all’interno del talent show.
Si chiude con i brani a cappella: “Quando” (Pino Daniele) per Giuliano e “The fool on the hill” (Beatles) per Marco.

Busta finale, suspense, Facchinetti annuncia che ha vinto Marco. Fuochi d’artificio. Sipario.

Per Morgan è la terza vittoria su tre edizioni di X Factor (Aram Quartet il primo anno e Matteo Beccucci nella scorsa edizione, oltre a Noemi che sta avendo un grande successo).
Marco era favorito già alla vigilia (16 suoi brani sono entrati nella classifica dei 100 più scaricati di iTunes nell’ultima settimana) e ha confermato a pieno tutte le attese.

Aspettiamo di vederlo sul palco dell’Ariston e, sopratutto, di ascoltare il suo primo vero album.

Mattia Nesti