Home Cultura Il Festival della Luce riveste Milano di forme e colori

Il Festival della Luce riveste Milano di forme e colori

1257432564121_001

Da domenica 6 dicembre alle ore 18 gli angoli più amati di Milano saranno colorati da installazioni luminose per dare vita a Led, prima edizione del Festival Internazionale della Luce.
Dopo la manifestazione inaugurale del lancio delle “lanterne di luce” in piazza Duomo ben 60 progetti di lighting design vestiranno la città di insolite forme e colori per creare un’aria natalizia del tutto originale.
I progetti delle installazioni provengono in parte dal concorso Light Exhibition Design concluso nel maggio scorso e riservato agli studenti degli istituti di design di Milano (Naba, Domus Academy, Ied, Politecnico di Milano-Facoltà del Design, SPD) ed in parte sono realizzazioni di designer affermati: Mario Nanni, Fabio Novembre Paolo Rizzatt, Michele De Lucchi, Italo Rota, Gilbert Moity, Alain Guilhot, Akari-Lisa Ishii e Carole Ferreri, Patricia Urquiola e Paul Cocksedge.
Una mappa dettagliata ci guiderà lungo un percorso colorato che parte proprio da piazza Duomo dove un grande Albero di Natale, l’abete più alto d’Europa, è un’illuminazione insolita della Cattedrale che farà risplendere i colori delle sue vetrate trasformeranno una delle piazze più famose del mondo.
In seguito sarà piacevole perdersi nella città per approdare nella Galleria dove un grande bacio luminoso accoglierà i visitatori, in piazzetta Reale trasformata da fiori luminosi in un prato verde di luce o alle Colonne di San Lorenzo dove si pedala sulle bike lamps, solo per fare alcuni esempi.
Il percorso sarà movimentato da tram con scia luminosa, tombini che innalzano colonne luminose, orologi che si accendono di colore, e scenari mutevoli che trasformano i navigli.
Per chi non dispone del tempo necessario per frugare nella città “alla ricerca della luce” è consigliata la mostra in via Dante che riassumerà ai cittadini una carrellata completa di fotografie sul circuito delle opere esposte in città.
Ai cittadini sarà assegnato il compito di decretare l’installazione più efficace tramite delle schede, distribuite in vari punti di Milano, con le quali si potrà votare l’installazione preferita.

Davide Lemma