L’amore per lo “shopping” è scritto nei geni

girl-shoppingPer cancellare una brutta giornata, il migliore antitodo delle donne è senza dubbio lo shopping. Tutto il contrario della maggior parte degli uomini che si perdono davanti a uno scaffale pieno di vestiti. Da oggi la shopping mania ha, però, una spiegazione scientifica. Per Daniel Kruger, ricercatore della Scuola di Salute Pubblica dell’Università del Michigan il diverso comportamento dei due sessi in un centro commerciale si può spiegare secondo una prospettiva evolutiva.
 
Migliaia di anni fa, in nostri antenati preistorici svilupparono diverse caratteristiche a seconda dei compiti assegnatoli. Gli uomini si occupavano della caccia, le donne della raccolta. Kruger è convinto che le diverse strategie di sopravvivenza che ha utilizzato ciascun sesso si riflettono nelle abitudini di consumo moderne.
Lo studio, pubblicato nel Journal of Social, Evolutionary & Cultural Pychology, esamina le strategie di acquisto nel marco della psicologia evolutiva. Secondo Kruger le donne delle società tradizionali svolgevano un lavoro di grande attenzione al dettaglio, per scegliere i vegetali con il miglior colore e odore e garantire così un’alimentazione più sana.  Esattamente come le ragazze moderne che sono capaci di spendere un’intera giornata alla ricerca del capo migliore. E tutto il contrario degli uomini. Se i nostri antenati cacciatori dovevano essere più rapidi e determinati delle loro compagne, l’uomo moderno preferisce sapere già in anticipo qual’è l’indumento da acquistare e non sprecare tempo inutilmente.
 
Naturalmente ciò che è scritto nei geni non è qualcosa di assolutamente determinante e non si applica a tutti indiscriminatamente. Ma ci aiuta a capire il perchè dell’amore allo shopping.
Annastella Palasciano