Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Berlusconi, oltre al corteo di Roma, fischi anche a Torino

Berlusconi, oltre al corteo di Roma, fischi anche a Torino

berlusconi_g

Per sua fortuna i manifestanti erano molti meno rispetto a quelli riuniti a Roma, almeno un centinaio, pronti ad accogliere Silvio Berlusconi all’inaugurazione dell’Alta velocità Torino-Milano con fischi e cori di protesta.
Un imponente servizio di sicurezza dei Carabinieri (quasi più dei manifestanti!) ha tenuto i manifestanti a distanza di sicurezza. Il tutto è accaduto nell’atrio della stazione, proprio da dove doveva partire il primo treno inaugurale della tratta ad alta velocità. E beato lui che ride, mentre in sottofondo le urla dei manifestanti continuano a ripetere “no tav”, invocando per il premier “la galera” e le “dimissioni”, mentre altri continuavano a dar spazio alla canzone partigiana “Bella ciao”.

Malgrado le contestazioni, il premier ha poi continuato a mostrare il suo poderoso sorriso replicando nuovamente in tono ironico: “Lasciatemi fare un sorriso perché siete tutti troppo seri. Anche a sua eminenza dico: mano male che l’Alta velocità è arrivata adesso, perché se arrivava quando ero giovane io sì che erano guai… Le mie fidanzate le ho conosciute quasi tutte in treno, e per fare certe cose, si sa, bisogna avere del tempo. Ora saliamo per assistere a questo trasporto miracoloso”.

Viaggio fatto e arrivato finalmente a Milano, il presidente del Consiglio ha risposto alle domande dei giornalisti, rivendendo come nuova la solita battuta: “Meno male che l’Alta velocità è arrivata ora che ho un’età avanzata. Avendo conosciuto gran parte delle mie fidanzate sui treni, avrei potuto praticare molto meno l’aggancio. Mi piace iniziare con una battuta scherzosa anche perchè qui fisicamente conobbi la mia prima moglie ed ebbi a dire che era un bene che i treni non andassero così forte”.
E bravo Silvio.
Ma chi te le scrive?

Comments are closed.