Home Sport Serie A, posticipo: Cassetti decide il derby di Roma

Serie A, posticipo: Cassetti decide il derby di Roma

Marco Cassetti esulta dopo il gol vittoria
Marco Cassetti esulta dopo il gol vittoria

Con un gol di Marco Cassetti al 34° della ripresa, la Roma si aggiudica il posticipo serale contro la Lazio e vola al quinto posto in classifica a quota 24 punti. Sempre più in crisi invece la Lazio, che pure ai punti avrebbe meritato la vittoria. La squadra biancoceleste rimane ferma al quint’ultimo posto ed ora l’allenatore Ballardini rischia seriamente la panchina.

Il primo tempo della gara è uno dei più brutti degli ultimi tempi. Le due squadre, evidentemente frenate dalla paura di perdere (Ballardini schiera addirittura un 5-4-1 con Zarate unica punta), appaiono molto contratte ed il gioco ne risente moltissimo. Uno dei pochi momenti di “interesse” arriva al 13° quando l’arbitro Rizzoli, a causa delle troppe bombe carta sparate dai tifosi, decide di sospendere la gara per poi farla riprendere 6 minuti più tardi.

Pur essendo la Lazio a fare la partita, i due portieri rimangono inoperosi per tutti i primi 45 minuti. Da segnalare, nel finale, l’infortunio al ginocchio di Mexes: Ranieri lo sostituisce con Cassetti, spostando al centro Burdisso, che aveva operato fino ad allora da terzino destro.

Il secondo tempo si apre con un cambio per parte: Brighi sostituisce un impalpabile Menez, mentre dall’altra parte è Foggia ad entrare in campo per Matuzalem.

I primi 15 minuti della ripresa ricalcano lo spettacolo offerto nel primo tempo, ovvero il nulla assoluto. Poi, all’improvviso, occasionissima per la Lazio: errore in disimpegno della Roma sulla propria trequarti, Zarate si invola verso la porta aversaria, elude l’intervento di Burdisso e colpisce in pieno il palo, sulla palla si fionda Mauri che calcia a botta sicura ma Julio Sergio manda in angolo con un autentico miracolo.

Al 66° la risposta della Roma: cross dalla sinistra di Vucinic, inserimento perfetto di Perrotta che colpisce di testa, ma stavolta è Muslera a sperarsi e a mandare sopra la traversa.

Al minuto 79 arriva il gol vittoria: è ancora Vucinic, questa volta dalla destra, a lasciar partire un cross in mezzo all’area sul quale arriva in piena corsa Cassetti che, con un destro sporco, piazza la palla nell’angolo alla destra di Muslera.

Nel finale di gara da segnalare un altro miracolo di Muslera, questa volta su gran botta al volo di Riise, e l’espulsione di Pizarro, che si fa ammonire due volte nel giro di due minuti e finisce negli spogliatoi all’88°.

Pier Francesco Caracciolo